Contributi

Link:
https://www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Fondi-Europei/bandi-Fesr/bandi/id_11498/621

Titolo del progetto:
HD3FLAB – Digital Flexible Factory of the Future Laboratory

Descrizione del progetto:
Tematiche affrontate: robotica collaborativa, data mining, software per la tracciabilità del prodotto.

Obiettivi principali:
Robotica collaborativa: integrazione nelle micro fasi di avvitatura del progetto assemblaggio del gruppo motore.
Data mining: introduzione di un nuovo sistema di business intelligence con lo scopo di effettuare analisi puntuali e precise.
Tracciabilità del prodotto: l’obiettivo minimo prefissato era quello di installare il sistema di tracciabilità dei processi a monte più critici come la piegatura e l’assemblaggio gruppi motore.

Risultati:
1. ROBOTICA COLLABORATIVA
L’introduzione di questa nuova tecnologia all’interno dei processi produttivi aziendali ha permesso di conoscere le sue potenzialità soprattutto in un processo produttivo non altamente industrializzato come quello delle cappe da cucina a causa della necessità di sviluppare prodotti con estetiche diverse con pochi volumi e quindi senza effettuare grandi investimenti. La robotica collaborativa è la vera soluzione per questi processi perché questa tecnologia supporta il lavoratore nelle azioni a basso valore aggiunto e ripetitive mentre l’uomo rimane sempre attore principale del processo effettuando sempre più lavorazioni che garantiscono e aumentano la qualità del prodotto. Come progetto pilota, è stata sviluppata la stazione di avvitatura gruppi motore con cobot che ha portato un’importante riduzione dei rischi per il lavoratore per quanto riguarda lo sforzo mano braccia e movimenti ripetitivi, un assemblaggio con una qualità costante al 100% aumento della qualità delle fasi successive avendo scaricato l’operatore da operazioni ripetitive e pesanti. L’introduzione del cobot non ha fatto ridurre il numero delle persone impiegate nella linea di produzione ma ha migliorato le performance in termini di efficienza produttiva giornaliera e qualità prodotto.

2. DATA MINING
L’introduzione del nuovo sistema di business intelligence ha permesso all’azienda di fare un enorme passo avanti sotto il profilo dell’analisi dei dati ed ha portato molti vantaggi. Nell’area commerciale, avere dati sempre più precisi e fruibili in maniera semplice e rapida, ha permesso di intraprendere azioni correttive ove è stato necessario ma il valore aggiunto maggiore si è evidenziato nella fase di budgeting in cui ogni area manager ha potuto dichiarare previsioni di vendita più esatte con il minimo margine di errore. Nell’area Acquisti il sistema BI ha permesso di effettuare analisi puntuali e precise per ipotizzare il budget di spesa, pianificare ordini a lungo termine fare strategie per la riduzione prezzi ecc . Parallelamente Nell’aera Amministrazione finanza e controllo il sistema ha permesso si affinare il sistema di controllo soprattutto dei costi ed a migliorare la fase di reporting fondamentale per un’azienda che, senza un adeguato monitoraggio delle performance, reagisce con ritardo e quindi con poca efficacia.

3. TRACCIABILITA’ PRODOTTO
L’implementazione del sistema di tracciabilità all’interno di tutti i processi produttivi aziendali, partendo dalle linee di assemblaggio prodotti finiti e risalendo fino al taglio lamiera, ha portato un enorme miglioramento sotto il punto di efficientamento in termini logistici, annullamento errori umani, miglioramento tempi ciclo, tracciabilità prodotto e personale per progetti di miglioramento continuo sotto il punto di vista qualitativo i caso di non conformità interne o esterne da parte del cliente. L’utilizzo di questo sistema con le relative attrezzature di rilevamento bar code, monitor per visionare i dati ha innalzato la professionalità del personale perché ha eliminato lo sforzo psicofisico nella gestione degli articoli e ha permesso di aumentare la concentrazione nella produzione aumentando l’efficienza produttiva. Inoltre la tracciabilità degli scarti di produzione per causale ha permesso di avere un affidabile data base che ha spinto ad intraprendere azioni correttive con progetti di miglioramento focalizzati sugli articoli con indice di scarto più elevato risalendo alle cause ed annullando eventuali rilavorazioni o rottamazioni co un impatto importante nel conto economico aziendale. Per quanto riguarda l’incremento occupazionale l’Azienda dall’inizio del progetto fino alla sua conclusione ha stabilizzato 65 persone che lavoravano con contratti di somministrazione. Questa stabilizzazione è dovuta in parte ai risultati ottenuti dall’azienda a fronte delle strategie di sviluppo prodotto e commerciali ma è anche da attribuire ai vantaggi che il progetto ha portato in termini organizzativi e di qualità elementi fondamentali per il successo di un’azienda.

Costo investimento € 119.461,00

Contributo € 59.730,50

 

INVESTIMENTO AMMISSIBILE € 679.400,00
CONTRIBUTO CONCEDIBILE: € 352.540,00
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial